Il dolore dei nani di Valmarana

Un nobiluomo vicentino aveva una figlia, Jana, dal bellissimo volto ma dal corpo nano e deforme, e la amava con tutto se stesso.

L'uomo che adorava la figlia, per proteggerla dalle possibili sofferenze che la sua deformità poteva procurarle, fece costruire questa grande villa ai piedi del Monte Berico, circondandola di uno stuolo di nani e nane pronto a soddisfare ogni desiderio della fanciulla, che in questo modo non poteva rendersi conto della sua diversità, né avere contatti con persone diverse da quelle di cui era stata circondata. Alla ragazza era stato infatti proibito l'affacciarsi alle finestre, né poteva uscire dalla gabbia dorata che il padre le aveva edificato attorno. Viveva in un mondo fittizio, felicemente inconsapevole di come fosse la realtà e di cosa accadesse fuori, senza peraltro aver mai conosciuto né le gioie né i dolori dell'amore. Ma la ragazza era molto intelligente e curiosa di natura.

Villa Valmarana

Così, negli anni, dopo aver dato fondo alla libreria paterna (da cui erano stati sapientemente eliminati quei volumi che avrebbero potuto svelare il segreto che aleggiava sulla sua vita), Jana decise che era arrivato il momento di sperimentare di persona il mondo, aggirando i divieti del genitore.

Fu così che un giorno, eludendo i controlli, la ragazza si affacciò a una finestra proprio nel momento in cui un bellissimo giovane a cavallo, un principe, stava transitando sulla strada sottostante: il principe si invaghì della bellezza di quel viso, ma quando lei uscì sul terrazzo e mostrò il suo corpo, il ragazzo fuggì inorridito. Jana chiamò disperatamente il suo amato in fuga, inutilmente. La sua diversità emerse allora in tutta la sua brutalità, e disperata per il suo destino infelice la fanciulla si tolse la vita gettandosi nel vuoto. Si racconta che i nanetti suoi fedeli servitori, saliti sul muro di cinta per vedere cosa stesse accadendo, nell'assistere alla triste fine della loro padroncina impietrirono all'istante per l'immenso dolore provato.

Ancora oggi li si può ammirare in questa posa, come tante sculture decorative, a Villa Valmarana, conosciuta ovunque come la "Villa dei Nani".

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
3.8 media
(10 voti)
Itinerari consigliati
castello di marostica
Veneto dei Misteri: La disfida amorosa per la bella Lionora, itinerario in Provincia di Vicenza ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...