La Val Montina

Dal 1994 il territorio della Val Montina è stato incluso fra le Aree Wilderness Italiane, zone dove l'ambiente selvaggio è tutelato e le risorse naturali protette.
Racchiusa tra due dorsali, quella che parte dal Monte Duranno ad ovest e quella che parte da Cima dei Frati ad est, l'area si trova nel Comune di Perarolo di Cadore (BL), nelle Dolomiti Venete.
La segnalazione può guidare il visitatore nella scelta degli itinerari, tra sentieri semplici che attraversano boschi, percorsi più "selvaggi" per abili escursionisti, gole adattate per l'arrampicata sportiva e aree umide, vere oasi di biodiversità.
Grazie anche alla limitata presenza dell'uomo, infatti, molte specie di uccelli scelgono questa zona per la riproduzione o la sosta nelle lunghe migrazioni, così d'estate non è raro incontrare il Nibbio bruno o il Cuculo. La maggioranza degli uccelli sono però stanziali, come l'Astore, l'Aquila reale, il Fagiano di monte, il Gallo cedrone, il Rampichino alpestre ecc.. Mentre tra i mammiferi troviamo la Lepre comune ed alpina, lo Scoiattolo, la Marmotta, la Volpe e alcuni ungulati come il Cervo, il Capriolo e il Camoscio, la specie più rappresentata nell'area.
La natura e i microclimi della valle creano inoltre le condizioni ideali per la vita di piante tipiche come l'Arenaria huteri, la Campanula morettiana, il Papaver rhaeticum (il Papavero alpino) ed il Cypripedium calceolus (la Scarpetta della Madonna) e formazioni forestali di pino mugo, larice, l'abete bianco e rosso, il pino nero e molte altre.
L'intera area è Sito di Interesse Comunitario (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS) ed è quindi inserita nella RETE NATURA 2000.

Val Montina

Modo di percorrenza
Il sentiero più accessibile è quello che, dalla frazione di Macchietto lungo la Statale Alemagna, scende in direzione del Piave. Dopo un breve tratto, si incontra la strada sterrata che in poco tempo conduce alla casera Val Montina. Da qui il sentiero costeggia, in leggera salita, il versante destro della Val Montina. Si raggiunge così la parte più selvaggia della valle, dove il rio Val Montina incontra il rio della Val del Bosco del Belo, formando splendide cascate. Nei pressi della casera Valmontina si snoda un breve tracciato, il percorso natura, adatto ai più piccoli, con un tempo di percorrenza di circa 15 minuti, tra i boschi, tocca un belvedere e interessanti testimonianze di un'antica calchera per la produzione della calce viva.

 

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
3.4285714285714284 media
(7 voti)
Eventi
Cibiana - murales
Il magico percorso dei murales: la storia del paese dipinta sulle antiche pareti delle case ...
Itinerari consigliati
Le grotte del Caglieron
Forre, cascate e canyon. Uno spettacolo naturale in territorio trevigiano ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...